IL LANCIO - 2010
Nel 2010, tra le prime a credere nella nostra campagna è stata Concita de Gregorio, allora direttrice dell'Unità. Grazie al coinvolgimento e all'adesione di molte donne ai posti di comando di grandi aziende, per tutto il mese di marzo l'Unità ha potuto regalare ai lettori tutti i sette soggetti, ognuno sostenuto da uno di questi sponsor: IKEA, Dove, Coop, Conad, Unicredit, Feltrinelli, Sellerio, Ciao Ragazzi, Nonino e Tiscali.
Contemporaneamente, anche Flavia Perina, direttrice del Secolo d'Italia, ha adottato la campagna, ospitandola sulle pagine del suo quotidiano.

LE ISTITUZIONI - 2013
Nel 2013 la campagna è stata inserita dall’ONU in un documento ufficiale sulle buone pratiche consigliate a livello mondiale per prevenire la violenza sulle donne.
Nel corso delle iniziative della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le Pari Opportunità del Messico hanno diffuso la versione spagnola del nostro lavoro.
In Italia, l'adozione della campagna da parte del Dipartimento Pari Opportunità presso il Consiglio dei Ministri ha dato il via a novembre ad un lancio a copertura nazionale, completo di stampa, affissione dinamica, tv e web, a sostegno del numero antiviolenza e stalking 1522.
A supporto del progetto, anche Ferrovie dello Stato ed Enel hanno contribuito a diffondere il messaggio ospitandolo ovunque possibile.

Nel corso di un incontro a Washington il 19 e 20 novembre la Prof.ssa Cecilia Guerra,Vice Ministro al lavoro con delega alle Pari Opportunità, ha presentato la campagna.
In questa occasione il Consiglio d'Europa ha deciso a sua volta di utilizzarla per la sua campagna europea nella giornata internazionale e di farla circolare in lingua spagnola e inglese.

Il 2013 si chiude con la notizia dell'adozione del nostro progetto anche da parte delle Pari Opportunità di Germania, Polonia e Grecia.

 (foto) La Vice Ministro Cecilia Guerra presenta a Washington